L O A D I N G

Oratorio estivo 2021

Maggio 11, 2021
indovinos

Alla luce delle normative, che al momento non sono ancora del tutto chiare, quest’anno stiamo facendo di tutto per poter proporre l’oratorio estivo a tutti i ragazzi che fanno riferimento al territorio della nostra parrocchia, in particolare ai ragazzi dell’iniziazione cristiana, a quelli che frequentano il gruppo preadolescenti, a chi partecipa alle attività della società sportiva TNT, a chi frequenta la scuola parrocchiale, a chi è assistito dalla San Vincenzo della nostra parrocchia.

Molti adulti e molti ragazzi di scuole superiori si stanno mettendo a disposizione per proporre questa iniziativa di accoglienza.

Purtroppo, le limitazioni imposte dal rispetto delle normative per evitare la diffusione del virus, non ci mettono nelle condizioni di accogliere più di questi ragazzi.

Prossimamente ci si potrà iscrivere all’oratorio estivo attraverso la piattaforma iGrest per queste iniziative:

  • Ragazzi delle scuole elementari: al mattino dalle ore 8:00 alle ore 12:30;
  • Ragazzi delle scuole medie: al pomeriggio dalle ore 14:30 alle ore 17:30.

———————————————————————————————————-

Non è un oratorio se non è un cenacolo

Questo è il tempo degli oratori aperti solo per alcune proposte. Questo è il tempo degli oratori, diciamo, senza cortile, cioè impediti di quella scioltezza lieta che non è imbrigliata da protocolli e paure di contagio. Questo è il tempo degli oratori on-line, un ritrovarsi che non è proprio un incontrarsi, ma non è neppure niente. Ad ogni modo questo è il tempo degli oratori!

Propongo uno slogan: Non è un oratorio se non è un cenacolo.

C’è stato un momento in cui i discepoli stavano in uno spazio chiuso per paura dei giudei. C’è stato un momento in cui i discepoli stavano in una sala al piano superiore non per paura, ma per uno scopo: essere rivestiti di potenza dall’alto (Cfr Lc 24,49). L’oratorio è il cenacolo per accogliere la potenza dall’alto. Il cenacolo si raduna perché i discepoli obbediscono al comando di Gesù.

Non è un oratorio se non c’è un perché: la parola di Gesù. Il cenacolo si trova dove c’è la casa dell’incontro.

Non è un oratorio se non c’è aria di casa e gioia di incontro. Nel cenacolo si sta con chi vive la fraternità nel nome di Gesù e in memoria di lui.

Non è un oratorio se non si sta insieme, Chiesa dalle genti. Nel cenacolo si fa quello che Gesù ha comandato e insegnato: costanti nella preghiera, un cuore solo e un’anima sola.

Non è un oratorio se non si spezza l’unico pane per diventare l’unico corpo del Signore, la Chiesa. Nel cenacolo si sta finché lo Spirito accende scintille.

Non è un oratorio se non si apre a seminare gioia di vivere e pratica d’amore tutt’attorno, dove vive la gente.

La questione delle congiunzioni è una questione seria: mettiamoci al lavoro! La questione del cenacolo è una questione seria: mettiamoci a pregare! La questione della potenza dall’alto è una questione seria: continuiamo ad avere pazienza! La questione delle scintille è una questione seria: proviamo ad accendere il mondo, adesso!

Arcivescovo Mario Delpini

Leave a comment